VAS - Valutazione ambientale strategica
La Valutazione Ambientale Strategica (VAS) è un processo di formazione, valutazione e verifica degli effetti prodotti dalle scelte di programmazione e di pianificazione effettuate dagli Enti preposti con l'obiettivo di assicurare la salvaguardia e la tutela dell'ambiente e di proteggere la salute umana, nel quadro della sostenibilità dello sviluppo.

 

 

Disposizioni regionali in materia di VAS

A seguito del recente e ampio aggiornamento normativo operato sulle disposizioni in materia di VIA e di VAS, con la Legge 108 del 29/07/2021 e con il D.Lgs. 152 del 06/11/2021 si riporta di seguito lo schema procedurale attualmente vigente per lo svolgimento del processo di VAS secondo le diverse fasi previste.

  1. Svolgimento di una Verifica di assoggettabilità limitatamente ai piani e ai programmi di cui all'articolo 6, commi 3 e 3-bis. Si conclude entro 90 giorni e determina se il Piano debba essere o meno sottoposto a VAS;
  2. Avvio della VAS, con lo svolgimento della fase di consultazione preliminare sul Rapporto preliminare ambientale con i Soggetti con competenze ambientali. I contributi sono inviati all'autorità competente ed all'autorità procedente entro 30 giorni dall'avvio della consultazione. La fase consultazione preliminare, salvo quanto diversamente comunicato dall'autorità competente, si conclude entro 45 giorni dalla ricezione del rapporto preliminare;
  3. L'autorità procedente trasmette all'autorità competente in formato elettronico:
    a) la proposta di piano o di programma;
    b) il rapporto ambientale;
    c) la sintesi non tecnica;
    d) le informazioni sugli eventuali impatti transfrontalieri del piano/programma;
    e) l'avviso al pubblico, con i contenuti indicati all'articolo 14 comma 1 del D.Lgs 152/2006;
  4. La documentazione è immediatamente pubblicata e resa accessibile nel sito web dell'autorità competente e dell'autorità procedente. La documentazione è depositata presso gli uffici dell'autorità competente e presso gli uffici delle regioni e delle province il cui territorio risulti anche solo parzialmente interessato dal piano o programma o dagli impatti della sua attuazione;
  5. Entro il termine di 45 giorni dalla pubblicazione dell'apposito avviso, chiunque può prendere visione della proposta di piano o programma e del relativo rapporto ambientale e presentare proprie osservazioni in forma scritta, in formato elettronico, anche fornendo nuovi o ulteriori elementi conoscitivi e valutativi;
  6.  l'autorità competente, in collaborazione con l'autorità procedente, svolge le attività tecnico-istruttorie, acquisisce e valuta tutta la documentazione presentata, nonché le osservazioni, obiezioni e suggerimenti ed esprime il proprio parere motivato entro il termine di 45 giorni a decorrere dalla scadenza di tutti i termini di cui all'articolo 14.  L'autorità procedente, in collaborazione con l'autorità competente, provvede, prima della presentazione del piano o programma per l'approvazione e tenendo conto delle risultanze del parere motivato di cui al comma 1 e dei risultati delle consultazioni transfrontaliere, alle opportune revisioni del piano o programma;
  7. Il piano o programma ed il rapporto ambientale, insieme con il parere motivato e la documentazione acquisita nell'ambito della consultazione, sono trasmessi all'organo competente all'adozione o approvazione del piano o programma;
  8. La decisione finale è pubblicata sui siti web delle autorità interessate indicando la sede ove si possa prendere visione del piano o programma adottato e di tutta la documentazione oggetto dell'istruttoria;
  9. Il monitoraggio assicura il controllo sugli impatti significativi sull'ambiente derivanti dall'attuazione dei piani e dei programmi approvati e la verifica del raggiungimento degli obiettivi di sostenibilità prefissati, così da individuare tempestivamente gli impatti negativi imprevisti e da adottare le opportune misure correttive. Il monitoraggio è effettuato dall'Autorità procedente in collaborazione con l'Autorità competente anche avvalendosi del sistema delle Agenzie ambientali e dell'Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale.